Hyper combina virtuale e reale in un’unica visione di Design [NEWS]

Hyper è la piattaforma tecnologica per le rappresentazioni immersive di oggetti di design. Permetterà ai clienti di vivere fisicamente le visioni virtuali.

Ultimamente si parla molto spesso di Co-Design, un nuovo metodo di lavoro che si apre verso nuove frontiere di progettazione partecipata. Ve lo ricordate il famoso motto: Più siamo, meglio è! Ecco, il co-design funziona più o meno così: ci si riunisce tutti in un ambiente informale e si fa brainstorming. Si sparano fuori idee e, insieme, si crea qualcosa di decisamente innovativo. I vari partecipanti coinvolti vengono facilitati da un mediatore che tiene le redini dei discorsi e li aiuta a non perdere di vista l’obiettivo. E’ così che adesso nascono nuovi servizi, prodotti e concept. Per approfondire: Co-design come progettazione colletiva

In questo ambito di design partecipato, è nata la filosofia di HYPER, la startup con sede a Londra, nata dall’attività di innovazione “HyperCRC” supportata da EIT Digital. Recentemente ha lanciato una piattaforma di progettazione spaziale che fonde la realtà virtuale con modelli reali e tracciati in movimento, consentendo alle aziende e ai clienti di sperimentare fisicamente le proprie visioni.

Questa nuova piattaforma hi-tech aiuterà a creare rappresentazioni immersive perfettamente riferite ai materiali fisici dell’oggetto, offrendo nuove esperienze di acquisto e vendita in qualsiasi settore di mercato. In particolar modo, sarà interessante osservare come Hyper potrà migliorare l’esperienza di acquisto di oggetti di arredamento e design.  

hyper piattaforma che combina realtà virtuale a realtà fisica

La novità assoluta che propone la piattaforma Hyper, infatti, è la possibilità di fare esperienza fisica mentre si indossa il visore vr. In fase di progettazione, questo sarà estremamente utile perché consentirà ai clienti di alternare tra 40 materiali e personalizzare quattro oggetti, all’interno di quattro ambienti 3D immersivi.

I materiali e la personalizzazione degli oggetti vengono sperimentati toccando con mano campioni e superfici fisiche, mentre gli oggetti possono essere spostati fisicamente nell’ambiente. Pensate a quanto sia importante l’esperienza tattile in fase di acquisto!

Hyper permetterà di risparmiare tempo e denaro, riducendo drasticamente gli sprechi durante la fase di progettazione del prototipo.

All’EIT Digital Conference di Bruxelles, all’inizio di questo mese, una demo della realtà mista, strumento di co-design ha attratto dozzine di curiosi appassionati di tecnologia allo stand di HYPER.

Seduti su un vero sedile di un aereo, gli utenti indossavano un auricolare per interagire con un ambiente immersivo nella realtà virtuale simulando la fusoliera di un aereo. Potevano toccare il sedile di fronte a loro, aprire il tavolo del vassoio per rivelare un’interfaccia di controllo nascosta, spostare il sedile ed eseguire altre azioni fisiche. La programmazione di realtà mista ha tradotto questi gesti in cambiamenti nella scena virtuale.

 hyper piattaforma che combina realtà virtuale a realtà fisicahypercrc vr

Ad esempio, toccando i diversi tipi di rivestimento sul sedile di fronte, il “selettore di patch” consentirebbe ai partecipanti di vedere un cambiamento nel colore o nel materiale della sedia stessa. Queste modifiche vengono replicate su tutte le sedie nella cabina dell’aeromobile.

Usando i controlli virtuali, gli utenti sono stati in grado di cambiare l’illuminazione dell’ambiente virtuale dalla luce diurna alla notte, modificare le misure del bracciolo per testare diverse opzioni di ergonomia e comfort e vedere subito come questi cambiamenti influenzerebbero il design generale in termini di spazio allocazione e costi.

HYPER, non solo combina la realtà virtuale con la fisicità del mondo reale, ma permette ai clienti di collaborare e co-progettare da remoto.

I clienti e gli sviluppatori possono partecipare in remoto come spettatori VR a una sessione di revisione, registrare il modo in cui le persone interagiscono all’interno dello spazio virtuale e testare gli utenti in modalità di vendita al dettaglio simulate.

Consentendo ai partecipanti di collegarsi da tutto il mondo, la piattaforma riduce anche la necessità di riunioni fisiche inefficienti e dimezza i tempi e i costi di progettazione di interni complessi, riducendo così il time to market. Hyper ha anche il potente vantaggio di interfacciarsi in tempo reale con il CAD di un cliente, in modo che tutte le modifiche apportate vengano immediatamente aggiornate.

hyper piattaforma che combina realtà virtuale a realtà fisica

HYPER apre nuovi sensi al processo di progettazione immersiva. Ora possiamo stampare in 3D versioni simulate di interni complessi e usarle per fare scelte importanti per le esperienze di vendita al dettaglio, automobilistiche e spaziali di domani. Spazi commerciali al dettaglio, interni di auto a guida autonoma e simulazioni aerospaziali possono ora essere progettati e iper-personalizzati per clienti e clienti, usando HYPER ” affermano i co-fondatori della startup Nathan Sparshott, Gareth Southall e Yates Buckley.

 

Manuela Raganati Consigli e novità su design e arredamento casa selezionati per te dal team di Casa Idea Tv.

Potrebbe interessarti anche: